TRIBUTO

Uomo con orologio al posto della testa

Ultimo aggiornamento 20 Giugno 2024 da VetrinaFacile.it & Redazione

Tributo

I tributi sono la principale fonte di entrata dello Stato e sono regolati dalla Costituzione italiana, che all’articolo 23 stabilisce che:

“Nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge”.

Ciò significa che solo tramite la legge si possono introdurre o modificare i tributi. Oltre alla legge ordinaria, anche i decreti legge e i decreti legislativi possono avere forza di legge: la legge è emanata dal Parlamento, il decreto legge dal Governo in situazioni di necessità e urgenza (e deve essere convertito in legge entro 60 giorni), mentre il decreto legislativo è emanato dal Governo su delega del Parlamento.

Secondo l’articolo 53 della Costituzione:

“Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva”.

Il sistema tributario italiano segue il principio della progressività, facendo sì che i cittadini più ricchi contribuiscano maggiormente, facilitando così la redistribuzione della ricchezza tramite la spesa pubblica. La Legge n. 212/2000, aggiornata nel 2012, ha introdotto lo Statuto dei diritti del contribuente per tutelare i diritti dei cittadini-contribuenti e migliorare l’efficacia del sistema tributario, contribuendo a ridurre l’evasione fiscale.

Il tributo si dividono in tre categorie:

  1. Imposte: prelievi obbligatori per chi produce reddito o possiede ricchezza, destinati a finanziare servizi pubblici generali come sanità, istruzione e sicurezza, fruibili da tutti i cittadini.
  2. Tasse: prelievi richiesti a chi richiede un servizio specifico, considerabili come il prezzo per servizi non coperti dalle imposte generali.
  3. Contributi: tributi che combinano caratteristiche delle imposte e delle tasse, richiesti a specifici soggetti per vari motivi, come i contributi previdenziali INPS o assistenziali INAIL.

Imposte

  1. Imposte erariali e locali: gestite rispettivamente dallo Stato e dagli enti territoriali minori.
  2. Imposte dirette e indirette: dirette sul reddito e indirette sulla produzione e trasferimento di ricchezza.
  3. Imposte personali e reali: personali basate sulla capacità contributiva e condizioni personali, reali sul valore di beni o reddito.
  4. Imposte fisse, proporzionali e progressive: fisse con ammontare stabilito, proporzionali con aliquota percentuale sull’imponibile, progressive con aliquote crescenti all’aumentare dell’imponibile.
  5. Imposte sul valore e sulle quantità: sul valore dei beni o redditi, sulle quantità di beni prodotti o consumati.
  6. Imposte generali o speciali: rivolte a tutte le attività produttive o a specifiche attività economiche o beni.

Tasse

  1. Tasse amministrative: per servizi prestati da organi amministrativi.
  2. Tasse giudiziarie: per servizi prestati da organi giurisdizionali.
  3. Tasse industriali: per imprese che producono beni soggetti a controlli specifici.

Contributi

  1. Contributi obbligatori: per categorie specifiche di soggetti.
  2. Contributi collegati alla richiesta di un servizio: per servizi usufruiti in misura maggiore.

Pagamento del Tributo

I contribuenti sono individuati tramite codici come il codice fiscale (16 caratteri) e la partita IVA (11 cifre). Il sistema di auto tassazione consente ai cittadini di calcolare e pagare autonomamente i tributi, comunicandoli poi al fisco tramite dichiarazioni.

Tipi di Accertamento

  1. Analitico: verifica documentazione e base imponibile.
  2. Sintetico / Induttivo: basato su dati presuntivi e consumi/spese.
  3. D’ufficio: quando la dichiarazione è omessa o inattendibile.

Soggetti tenuti al pagamento del tributo

  1. Debitore principale: colui che realmente sostiene il carico dell’imposta.
  2. Sostituto d’imposta: paga i tributi per conto del debitore principale (es. datore di lavoro).
  3. Responsabile d’imposta: paga il tributo insieme al debitore principale per un determinato atto (es. notaio).

Mancato pagamento del tributo

  1. Evasione fiscale: occultamento totale o parziale della materia imponibile.
  2. Elusione fiscale: sotterfugi per evitare il pagamento del tributo senza violare direttamente la legge.

Riscossione del Tributo

La riscossione dei tributi è un processo cruciale e avviene tramite l’Agenzia delle Entrate e l’Agenzia delle Entrate-Riscossione, che utilizzano diversi strumenti e modalità per garantire l’incasso delle imposte dovute. Tra questi strumenti ci sono:

  1. Ravvedimento operoso: consente ai contribuenti di regolarizzare spontaneamente omissioni o errori nel pagamento dei tributi, beneficiando di una riduzione delle sanzioni.
  2. Ruolo: è l’elenco dei debitori e delle somme da essi dovute, redatto dall’ente creditore e trasmesso all’Agenzia delle Entrate-Riscossione per l’esazione.
  3. Accertamenti esecutivi: atti che, se non pagati entro il termine indicato, costituiscono titolo per la riscossione coattiva.

Strumenti di contrasto all’evasione fiscale

Oltre allo Statuto dei diritti del contribuente, il sistema fiscale italiano dispone di vari strumenti per contrastare l’evasione fiscale:

  • Redditometro: strumento per la ricostruzione sintetica del reddito dei contribuenti basato sui loro consumi e spese.
  • Spesometro: obbligo per le imprese di comunicare all’Agenzia delle Entrate tutte le operazioni rilevanti ai fini IVA.
  • Fatturazione elettronica: obbligo di emettere e ricevere fatture in formato elettronico, che permette un controllo immediato delle transazioni.

Fiscalità ambientale e sociale

Recentemente, il sistema fiscale ha integrato misure per incentivare comportamenti virtuosi e sostenibili, introducendo:

  • Ecobonus: agevolazioni fiscali per interventi di riqualificazione energetica degli edifici.
  • Bonus verde: detrazioni fiscali per la sistemazione a verde di aree scoperte di immobili privati.
  • Tax credit: per promuovere investimenti in innovazione, ricerca e sviluppo, digitalizzazione e cultura.

Tributo e ulteriori aspetti 

Oltre alle categorie principali, esistono numerosi altri tributi specifici, come le accise su prodotti energetici e tabacchi, che rappresentano una significativa fonte di entrate fiscali per lo Stato. Un’altra forma di prelievo è rappresentata dalle imposte di registro, che si applicano su atti giuridici e contratti, come i contratti di locazione, oltre all’IMU (Imposta Municipale Unica), che colpisce il possesso di immobili.

L’efficienza del sistema tributario è cruciale per il funzionamento dello Stato e il finanziamento dei servizi pubblici.

La trasparenza, l’equità e la progressività del sistema tributario sono fondamentali per garantire la giustizia fiscale e la coesione sociale. La lotta all’evasione e all’elusione fiscale è un obiettivo prioritario per assicurare che tutti i cittadini contribuiscano equamente alle spese pubbliche, migliorando così la fiducia dei cittadini nelle istituzioni e la sostenibilità delle finanze pubbliche.

Autore

Per la vendita del tuo immobile chatta quiprenota una telefonata per essere ricontattato.

Tributo. VetrinaFacile.it. Il Tuo Braccio Destro nella Gestione Immobiliare. Scopri chi siamo e i nostri servizi immobiliari.

CHI SIAMOSERVIZI

☎️ CHIAMA  🟢 CHATTA  @ SCRIVI

VetrinaFacile.it il Tuo Braccio Destro nella Gestione Immobiliare.

LINK UTILI

VALUTA GRATIS

PUBBLICA GRATIS

NOTIZIE DI VENDITA

BLOG IMMOBILIARE

MLS PER AGENTI IMMOBILIARI

CIRCUITO PER AGENTI IMMOBILIARI

Vendi la tua attività? Affidati a noi. Chatta qui o scrivici una e-mail per maggiori informazioni.