PRATI (RM) VENDITA BAR & BISTROT

Prati Roma Vendita Bar

Prati Roma Vendita Bar. Proponiamo in vendita attività di bar & bistrot avviata da anni con ottimo portafoglio clienti. Posti a sedere interni ed esterni. Licenza di somministrazione di alimenti e bevande. Attività attualmente operativa. Classe Energetica “G” 175 kwh/mq. Disponibilità immediata.

Galleria Fotografica

Questo slideshow richiede JavaScript.

>> Guarda le Foto a tutto Schermo >>

Mappa Attività Commerciale

Scheda (prati roma vendita bar)

  • Città: Roma
  • Zona: Prati
  •  Vendita Attività Commerciale
  • Licenza: Somministrazione alimenti e bevande
  •  C/1
  •  Ottimo
  •  44
  •  1
  •  2
  •  – di 5 m
  •  Terra
  •  1
  •  Autonomo
  •  G
  •  175
  •  110,000.00 euro
  •  Immediata

Referente (prati roma vendita bar)

Alessandro Simone 

388.24.61.203

alessandro.simone@vetrinafacile.it

Curiosità Prati 

Prati è il ventiduesimo e più recente rione di Roma, indicato con R. XXII.

Il toponimo indica anche la zona urbanistica 17A del Municipio Roma I (ex Municipio Roma XVII).

A seguito della riorganizzazione dei municipi capitolini avvenuta nel 2013, i rioni Prati e Borgo sono stati inclusi nel I Municipio.

Storia 

In epoca romana il territorio dell’odierno rione Prati consisteva in vigneti e canneti facenti parte delle proprietà di Domizia, moglie di Domiziano, da cui la zona prese il nome di Horti Domitii (“Orti Domiziani”) e in seguito di Prata Neronis (“Prati di Nerone”). Durante il medioevo la zona prese il nome di Prata Sancti Petri (“Prati di San Pietro”) in riferimento all’adiacente basilica vaticana.

Fino almeno al 1883 vi si estendeva una vastissima distesa di campi coltivati, prati naturali, pascoli e anche di paludi, punteggiata, soprattutto nella zona delle pendici di Monte Mario, da qualche casale agricolo e per il resto completamente deserta, conosciuta come Pianella di Prati o Pianella d’Oltretevere, o ancora Prati di Castello (in riferimento a Castel Sant’Angelo).

Dopo il 1883 si ebbero i primi interventi di edilizia e di urbanizzazione, in parte già immaginati anche sotto il governo pontificio. All’inizio l’area corrispondente all’attuale viale Mazzini fu utilizzata per le esercitazioni militari, da qui il toponimo di piazza d’Armi (poi quartiere delle Vittorie).

fonte wikipedia

Ultimo aggiornamento 28 Aprile 2021 da VetrinaFacile.it & Bacheca Immobiliare