VENDESI ATTIVITÁ FRUTTA E VERDURA

Frutta e verdura Bergamo

Ultimo aggiornamento 3 Giugno 2022 da VetrinaFacile.it & Redazione

Frutta e verdura Calcio. Cedo avviato negozio di frutta verdura alimentare e gastronomia, compresi gli arredi in legno per esposizione frutta e verdura, un frigorifero espositore, un banco frigo, due bilance elettriche, un registratore di cassa, una cella frigorifera da m1,5×1,7 cucina in acciaio inox composta da 4 fuochi con forno a gas, lavabo a 2 buche, cappa aspirazione, scola piatti, banco da lavoro. Negozio a piano terra, più magazzino al piano interrato. Vendo per motivi di famiglia, ottima posizione di passaggio, attività avviata da 13 anni , ideale per nucleo familiare di almeno 2 persone. Possibilità di affiancamento.

Galleria Fotografica

Mappa frutta e verdura Calcio


«Servizi offerti da VetrinaFacile.it»

VetrinaFacile.it

SERVIZI COMMERCIALI
  • COMPRAVENDITE IMMOBILIARI
  • LOCAZIONI RESIDENZIALI
  • CESSIONI AZIENDALI
  • LOCAZIONI COMMERCIALI
SERVIZI REDAZIONALI
SERVIZI ONLINE
Che servizio ti occorre? Scrivici qui

Riepilogo frutta e verdura Calcio

  1. Indirizzo: Via Roma
  2. Tipo: Vendita Attività Commerciale
  3. Stato Immobile: Buono
  4. Mq interni: 90
  5. Mq esterni: 10
  6. Locali: 3
  7. Vetrine: 2
  8. Altezza soffitta: – di 5 m
  9. Canna fumaria: É già installata
  10. Piano: Terra
  11. Bagni: 2
  12. Esposizione: Sud
  13. Vista: Esterna-Interna
  14. Riscaldamento: Assente
  15. Classe energetica: Non classificabile
  16. Posto auto esterno scoperto: 1 posto
  17. Disponibilità: Immediata
  18. Affitto: 475
  19. Spese condominiali annuali: 0
  20. Agenzia: No. Sono un privato

Referente frutta e verdura Calcio

Marco: 3384509503

Curiosità Calcio

Le origini della moderna Calcio sono molto antiche: possono essere fatte risalire al III secolo a.C., epoca in cui si verificò la colonizzazione Romana. Tale ipotesi è suffragata da numerosi ritrovamenti avvenuti sul territorio comunale, tra i quali spicca un mosaico di straordinaria fattura che, ritenuto il miglior esempio di arte romana di tutta la provincia bergamasca, è oggi custodito nel Museo Archeologico di Bergamo. Da Calzum, nome romano di Calcio, passava la via Mediolanum-Brixia, che collegava Mediolanum (Milano) con Brixia (Brescia) passando anche da Cassianum (Cassano d’Adda).

Anche il significato etimologico del nome risalirebbe a quel periodo: calx infatti indicherebbe proprio il materiale presente in natura con il nome di calcio (i cui composti assumono il nome di calce), molto comune in quel tempo specialmente sulle rive del fiume Oglio, dove si verificarono i primi insediamenti umani stabili.

Dopo il termine della dominazione romana, Calcio dal 570 entrò a far parte del ducato longobardo di Bergamo, che dal 603 comprese anche Cremona ed il suo territorio. Nel 702, in seguito a due tentativi dei duchi di Bergamo di farsi re d’Italia, il ducato fu soppresso ed assegnato ad un Gastaldo regio. Nel 774 il territorio fu occupato dai Franchi. Furono questi ultimi a creare i presupposti per la formazione del Sacro Romano Impero, i cui reggenti governarono le sorti del paese per tutta l’epoca medievale. Calcio entrò quindi a far parte della contea di Bergamo, retta dai conti Ghisalberti. Poco dopo il mille, la contea fu suddivisa fra i vescovi di Bergamo e Cremona. Ed è a questo periodo che risalgono i primi documenti scritti che attestano l’esistenza del borgo: nel 1035 infatti si cita in loco Calzo, per indicare alcuni possedimenti del Vescovo di Cremona, al quale era stato donato in feudo il borgo dall’imperatore, unitamente alle zone circostanti.

fonte wikipedia


Link rapidi

VALUTA GRATIS

PUBBLICA GRATIS