DETRAZIONE LAVORI EDILIZI 2017

LAVORI EDILIZI TUTTE LE DETRAZIONI PROROGATE FINO ALLA FINE DEL 2017

La legge di Stabilità 2017 ha prorogato fino alla fine del 2017 tutte le detrazioni sui lavori edilizi e sul risparmio energetico, cioè quelle del 50% per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e del 65% per il risparmio energetico «qualificato degli edifici.

Per questi ultimi interventi “verdi” se realizzati sulle parti comuni condominiali, la proroga della detrazione Irpef e Ires del 65% è addirittura fino al 31 dicembre 2021 ed è aumentata al 70% o al 75% a certe condizioni.

LA LEGGE DI STABILITÁ E BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

La Legge di Stabilità 2017 poi, ha prorogato il bonus mobili ed elettrodomestici fino al 31 dicembre 2017 solo per chi beneficerà della detrazione Irpef del 50% per gli «interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a decorrere dal 19 gennaio 2016».

Sponsored

Nessuna proroga, invece, per il bonus mobili per le giovani coppie, che è rimasto in vigore solo per il 2016. Sono stati notevolmente modificati, infine, i bonus per le misure antisismiche, le quali consentiranno fino al 2021 di beneficiare, a determinate condizioni, di detrazioni del 50%, 70%, 75%, 80% o 85 per cento.


Mobili, decorazioni ed elettrodomestici per arredare la tua casa con colore
(Sponsorizzato)

Stai cercando un locale commerciale in zona Roma Centro?
Guarda qui


RISPARMIO ENERGETICO 

La detrazione Irpef e Ires del 65% per gli interventi sul risparmio energetico «qualificato.

La spesa, per le persone fisiche, si considera effettuata alla data in cui viene pagata con bonifico sulle singole unità immobiliari è stata prorogata fino al 31 dicembre 2017.

La percentuale di questo bonus Irpef e Ires, indicata nella norma originaria è del 55% ed è stata applicata dal primo gennaio 2007 al 5 giugno 2013.

Dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2017, invece, è stata aumentata al 65 per cento. Dal 2018 in poi, questa agevolazione, prevista dalla legge 296/2006, non sarà più utilizzabile, ma i soggetti Irpef (non quelli Ires) che vorranno effettuare interventi ecologici potranno usufruire solo della detrazione Irpef del 50% (36% dal 2018) per il recupero del patrimonio edilizio, in base all’articolo 16-bis, comma 1, lettera h), Tuir (risparmio energetico non qualificato).

Questa agevolazione a regime incentiva tutti gli interventi relativi alla realizzazione di opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici – senza dover rispettare i rigidi requisiti previsti dal decreto del ministro  dello Sviluppo Economico 11 marzo 2008 e dalla legge 296/2006.

Pe il 65% (che scade quest’anno), l’investimento si considera effettuato alla data in cui la spesa viene pagata per le persone fisiche e i professionisti. Conviene – sostenere – la spese entro la fine di quest’anno. 

RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO 

DETRAZIONE LAVORI EDILIZI 2017

fonte: il sole 24 ore – le guide – bonus 2017 casa

Dal 2017 al 2021, la detrazione “speciale” Irpef e Ires sugli interventi antisismici di – edifici ubicati nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2) – è stata ridotta dal 65% al 50% ed é stata estesa anche agli edifici ubicati nella zona sismica 3″.

È stato aumentato il limite massimo di spesa per singolo intervento da 96.000 euro complessivi per ciascuna “unità immobiliare” a 96.000 euro “per unità immobiliare per ciascun anno” (articolo 16 comma 1-bis e 1-ter – decreto legge 4 giugno 2013 n. 63).

La ripartizione temporale del bonus poi, é stato ridotto da 10 anni a 5 anni. 

Per la detrazione “speciale” del 50% per le zone sismiche 1, 2 e 3, poi, se dagli interventi deriverà “una riduzione del rischio sismico” di una o di due classi di rischio la percentuale della detrazione è stata aumentata dal 2017 al 2021 rispettivamente al 70% (75% per le parti comuni condominiali) o all‘80% (85% per le parti comuni condominiali – ai sensi dell’articolo 16 comma 1 decreto legge 4 giugno 2013 n. 63), ai sensi dell’articolo 16, commi 1-quater e 1-quinquies, decreto legge /4 giugno 2013 n.63.

CONDOMINI ECOLOGICI

Per gli interventi sul risparmio energetico su parti comuni condominiali la detrazione Irpef e Ires del 65% è stata prorogata dal 2017 al 2021. Se poi l’intervento «sull‘involucro» del condominio incide per più del 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo il bonus è del 70%.

Infine, se il miglioramento della prestazione energetica invernale e estiva conseguirà almeno la qualità media di cui al decreto del 26 giugno 2015 – la detrazione è del 75%. Attenzione dal 2017 i limiti di spesa per i lavori ecologici sulle parti comuni sono scesi a 40.000 € – moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio.


TORNA ALLA HOME