CONTRATTO DI LOCAZIONE PER CAPANNONI

Vista esterna di un capannone industriale

Ultimo aggiornamento 6 Giugno 2024 da VetrinaFacile.it & Redazione

Contratto locazione per capannoni

Il capannone industriale rappresenta una risorsa fondamentale per molte attività commerciali e produttive. Che si tratti di un sito per la produzione, l’immagazzinamento o la distribuzione di merci, la scelta del capannone giusto e la corretta formalizzazione del contratto di locazione sono passaggi cruciali che possono influenzare il successo dell’impresa.

La locazione di un capannone industriale è un’operazione commerciale significativa che richiede attenzione e conoscenza delle normative vigenti. Oggi forniamo un quadro su come procedere alla stipula di un contratto di locazione, assicurando che tutte le parti coinvolte siano tutelate e consapevoli dei loro diritti e doveri.

Scelta del capannone

Prima di entrare nel dettaglio del contratto di locazione, è essenziale selezionare il capannone adeguato alle esigenze dell’attività. Alcuni fattori da considerare includono:

  • Ubicazione: prossimità a vie di comunicazione, clienti e fornitori.
  • Dimensioni e caratteristiche strutturali: spazio necessario per operazioni e potenziale espansione.
  • Servizi e infrastrutture: disponibilità di servizi essenziali come energia elettrica, acqua, e connettività.

Negoziazione preliminare

Una volta identificato il capannone ideale, si procede con la negoziazione preliminare. Questa fase include:

  • Visita dell’immobile: ispezione accurata per valutare lo stato del capannone.
  • Trattativa economica: definizione del canone di locazione e delle condizioni di pagamento.
  • Verifica documentale: controllo di eventuali vincoli o gravami sull’immobile.

Modello contratto locazione per capannoni

Il contratto di locazione per un capannone segue la normativa del Codice Civile, in particolare l’articolo 1571, che disciplina i contratti di locazione.

Per le locazioni di immobili destinati a usi diversi dalla residenza, è necessario fare riferimento alla Legge 392/1978. In particolare all’articolo 27, prevede tre categorie di locazioni non abitative: uso industriale, uso commerciale e uso artigianale.

Pertanto, nel contratto di locazione di un capannone ad uso commerciale è inclusa la locazione di un capannone industriale utilizzato per attività artigianali, commerciali o industriali, nonché per la pratica di lavori autonomi professionali, la realizzazione di strutture sportive o ricreative, e la gestione di strutture per l’ospitalità.

Redazione del contratto di locazione

Il contratto di locazione deve essere redatto con precisione e deve includere almeno i seguenti elementi:

  1. Dati delle parti: identificazione completa di locatore e conduttore.
  2. Descrizione dell’immobile: indicazione precisa del capannone e delle sue pertinenze.
  3. Durata della locazione: termine iniziale e finale del contratto, con eventuali clausole di rinnovo.
  4. Canone di locazione: importo del canone, modalità e tempi di pagamento.
  5. Uso consentito dell’immobile: specifica delle attività autorizzate all’interno del capannone.
  6. Manutenzione e riparazioni: ripartizione delle responsabilità tra locatore e conduttore.
  7. Cauzione e garanzie: definizione dell’importo della cauzione e delle eventuali garanzie accessorie.
  8. Clausole rescissorie: condizioni che permettono la risoluzione anticipata del contratto.

É necessario specificare la durata del contratto, che stabilisce il periodo di 6 anni e il termine dei 6 anni. Queste informazioni determinano chiaramente per quanto tempo il contratto di locazione del capannone e i relativi diritti e doveri saranno in vigore, nonché la data esatta del rinnovo automatico.

Durata rinnovo e recesso

Contratto locazione per capannoni. Come detto sopra e secondo quanto stabilito dalla legge 392/1978, la durata del contratto di locazione di un capannone non può essere inferiore a 6 anni, al termine dei quali il contratto si rinnova automaticamente per ulteriori 6 anni.

Tuttavia, il rinnovo automatico del contratto di locazione di un capannone industriale alla prima scadenza può essere impedito mediante i seguenti strumenti:

  1. Disdetta del locatore: se il locatore del capannone comunica la disdetta almeno 12 mesi prima della scadenza del contratto, quest’ultimo non può rinnovarsi automaticamente. Questo può accadere, ad esempio, se il locatore ha necessità di utilizzare il capannone per la propria attività, per l’attività del coniuge o dei parenti entro il secondo grado, o se intende demolire l’immobile per ricostruirlo o ristrutturarlo per venderlo.
  2. Recesso del conduttore: il contratto di locazione di un capannone non può rinnovarsi automaticamente se il conduttore comunica al locatore la sua intenzione di recedere dal contratto con un preavviso di almeno 6 mesi, motivato da gravi motivi o secondo le regole stabilite nel contratto.

Contratto locazione per capannoni: durata minima

La durata minima del contratto di locazione di un capannone agricolo, industriale o commerciale può essere derogata solo se l’attività svolta nell’immobile è di natura transitoria.

Se il contratto di locazione del capannone è di tipo stagionale ed è stato firmato da entrambe le parti, il locatore è tenuto a offrire l’immobile al medesimo conduttore per la stagione successiva, a condizione che il conduttore lo richieda tramite lettera raccomandata prima della scadenza del contratto.

Quest’obbligo può durare fino a un massimo di 6 anni consecutivi, ma se l’immobile è utilizzato a fini alberghieri, il periodo massimo è di 9 anni.

Le parti possono concordare liberamente, nel contratto, che il conduttore abbia il diritto di recedere in qualsiasi momento, purché notifichi tale decisione al locatore tramite lettera raccomandata almeno 6 mesi prima della data prevista per il recesso.

È importante notare che, nonostante le specifiche clausole contrattuali per il capannone industriale, il conduttore ha il diritto di recedere in qualsiasi momento, purché sussistano gravi motivi come stabilito dalla legge e notifichi tale decisione al locatore con un preavviso di almeno 6 mesi, inviando una lettera raccomandata.

Adempimenti post-contrattuali

Dopo la firma del contratto, è necessario procedere con una serie di adempimenti:

  • Registrazione del contratto: presentazione all’Agenzia delle Entrate per la registrazione.
  • Assicurazione: stipula di una polizza assicurativa che copra danni all’immobile e a terzi.
  • Comunicazioni: informare gli enti preposti (es. comune, camera di commercio) dell’avvenuta locazione.

Contratto locazione per capannoni. Seguendo questi semplici passaggi, locatori e conduttori possono procedere con maggiore sicurezza, garantendosi una collaborazione proficua e duratura.

Autore

Per la vendita del tuo immobile chatta quiprenota una telefonata per essere ricontattato.

Contratto locazione per capannoni. VetrinaFacile.it. Scopri tutti i nostri servizi immobiliari.

CHI SIAMOSERVIZI

☎️ CHIAMA🟢 CHATTA@ SCRIVI

VetrinaFacile.it il Tuo Braccio Destro nella Gestione Immobiliare.

LINK UTILI

VALUTA GRATIS

PUBBLICA GRATIS

NOTIZIE DI VENDITA

BLOG IMMOBILIARE

CIRCUITO PER AGENZIE IMMOBILIARI

Vendi il tuo immobile? Promuovilo con noi. Chatta qui o scrivici una e-mail per maggiori informazioni.