CESSIONE ATTIVITÁ COMMERCIALE POMEZIA ROMA

Interno bar

Ultimo aggiornamento 23 Marzo 2023 da VetrinaFacile.it & Redazione

Descrizione

Luminoso, angolare, ottimo arredamento, 100 mq, dehors.

Nuovo contratto 6+6.

Ottima redditività.

Foto

Mappa 

Riepilogo

  1. città: Pomezia (RM)
  2. licenza: somministrazione
  3. tipologia: bar
  4. mq: 100 coperti
  5. livello: 1 piano terra
  6. vetrine: 4 su strada
  7. tipologia locale: angolare
  8. stato locale: Ottimo
  9. classe Energetica: G 175 kwh/mq
  10. fatturato: —
  11. prezzo locazione: —
  12. prezzo vendita: —
  13. Disponibilità: non più disponibile

Referente

Alessandro Simone

Come Vendere e Valutare un'Attività Commerciale: Guida Esclusiva di Alessandro Simone - Autore di VetrinaFacile.it e Preparazione agli Esami per Agenti Immobiliari: 100% Preparati (Esclusiva Amazon)

LinkedIn ♺ Portfoglio ♺ In Evidenza

☎️ diretto 🟢 chat @ e-mail

Curiosità Pomezia

Pomezia è un comune italiano di 61.276 abitanti della città metropolitana di Roma Capitale nel Lazio. Si tratta di una città di fondazione.

Territorio

Il territorio di Pomezia, compreso nell’agro romano, si estende a sud di Roma, stretto tra le pendici dei Colli Albani e la costa del mar Tirreno.

Poche sono le vestigia rimaste del vecchio territorio pometino, originariamente composto da vaste zone boschive (sugheri, olmi e querce), dune con vegetazione mediterranea (ginestre, pungitopo, rovi di more e fitta vegetazione di erbe) e zone paludose (due stagni litorali nei pressi di Torvajanica); tra quanto rimasto si segnalano la zona costiera delle dune tra Torvaianica e Villaggio Tognazzi e il bosco della sughereta vicino a Pomezia, divenuta ora Riserva Naturale.

Le cause di questo cambiamento sono riconducibili essenzialmente all’opera di bonifica d’epoca fascista (per ciò che attiene alle zone paludose ed agricole), e una forte industrializzazione del territorio prolungatasi fino agli anni ’90 grazie ai fondi per la Cassa del Mezzogiorno, nonché alla speculazione edilizia che ha devastato il litorali pometino.

Orografia

Il territorio è di altitudine modesta, arrivando ad appena 135 m s.l.m. a Santa Palomba, a nord-est del territorio comunale. A grandi linee, rimane sopra i 100 m s.l.m. nella zona a nord est del territorio, tra i 50–100 m s.l.m. nella parte centrale, per digradare rapidamente in prossimità della costa. Pomezia si trova in posizione leggermente più elevata rispetto al territorio circostante, arrivando ai 100,2 m s.l.m. nella piazza del Municipio.

Idrografia

Sono presenti tre specchi d’acqua; il primo di circa 19700 m² in località di Vigna di Pratica, il secondo di circa 17500 m² in località Macchia Capretta, e il terzo, il cosiddetto Lago delle Meraviglie, sotto il borgo di Pratica, di circa 7300 m². Sono presenti diversi torrenti che, seguendo le linee altimetriche, scorrono da nord-est verso sud ovest. I toponimi di alcuni, sono Rio Torto, Fosso dell’Orfeo, Fosso delle Monachelle, il Fosso di Santa Procula e il Fosso di Pratica.

Clima

Il clima è fortemente condizionato dal mar Tirreno, che dista dal centro cittadino appena sei chilometri, per cui le estati calde e umide, si susseguono a inverni comunque miti. Le primavere e gli autunni sono caratterizzati da alti tassi d’umidità e più frequenti precipitazioni. Poco frequenti sono invece le precipitazioni nevose (si registrano quelle del 1971, 1985-86, 2005, 2010, 2012, 2017), che si verificano in corrispondenza dall’afflusso di correnti di aria gelida provenienti dalla Russia.

Storia

Pur essendo geograficamente parte dell’Agro Romano, la nascita di Pomezia fece seguito alla riqualificazione della palude pontina decisa dal governo Mussolini, con la legge di bonifica integrale del 1928, per costituire una città che facesse da collegamento tra Roma e le nuove città dell’Agro Pontino: Littoria (oggi Latina), Sabaudia, Pontinia.

Prima di allora, dal punto di vista amministrativo e topografico, si faceva riferimento al villaggio di Pratica, oppure alle tenute di Campo Ascolano, Campo Jemini, Capocotta, Maggiona, Santa Procula, Solfatara e Solfatarella, comprese nell’Agro Romano.

Originariamente, per l’istituendo comune fu previsto il nome di “Ausonia” ma già prima dell’inizio dei lavori esso fu mutato in Pomezia. Nel 1932 Pomezia si divide da Roma, formando un comune autonomo che inizialmente contava all’incirca 1300 abitanti, dopodiché iniziarono i lavori di costruzione della città e il conseguente ripopolamento. Concessionaria della costruzione fu designata l’Opera Nazionale Combattenti, che il 1º ottobre 1937 bandì un concorso urbanistico vinto dagli architetti Petrucci, Tufaroli, Paolini e Silenzi.

fonte wikipedia

✅ LINK RAPIDI

VALUTA GRATIS

PUBBLICA GRATIS

Cessione attività commerciale Pomezia | VetrinaFacile.it | Scopri tutti i nostri servizi immobiliariCHI SIAMOSERVIZI

☎️ CHIAMA  🟢 CHATTA  @ SCRIVI