CASE INTELLIGENTI: UNA RISORSA PER TUTTI

Vista interno appartamento smart

Ultimo aggiornamento 14 Maggio 2024 da VetrinaFacile.it & Redazione

Case intelligenti

Gli edifici intelligenti rappresentano una fusione tra principi di costruzione sostenibile e l’implementazione di tecnologie avanzate. Non esiste una definizione universale di edificio intelligente, ma potremmo dire che un edificio di questo tipo è caratterizzato da un processo di evoluzione continua, interazione con l’ambiente circostante e ottimizzazione delle risorse idriche ed energetiche. La strategia mira sia alla riqualificazione degli edifici esistenti sia alla costruzione ex novo.

Italia, riscaldamento ed energia

Secondo i dati anticipati dall’osservatorio l’Italia si posiziona al nono posto in Europa per le difficoltà nel garantire un adeguato riscaldamento delle abitazioni.

Un decimo degli italiani affronta problemi di accesso all’acqua calda, all’energia e al riscaldamento sufficiente, principalmente a causa delle condizioni degradate degli edifici e delle difficoltà nel pagamento delle bollette. La ristrutturazione sarebbe vantaggiosa per tutti, ma una fetta degli italiani non comprende appieno il concetto di edificio intelligente e un’altra è preoccupata per i costi associati, non percependone i benefici a lungo termine. 

Sfida dell’edilizia sostenibile in Italia

Case intelligenti: attualmente il settore edilizio in Italia contribuisce significativamente all’inquinamento ambientale e di buona parte dei consumi energetici totali nel paese.

Secondo la direttiva europea sulle abitazioni eco-compatibili, le nuove costruzioni destinate all’abitazione dovrebbero essere a emissioni zero entro gennaio 2030. Tuttavia, secondo secondo dati statitici, l’Italia molto probabilmente raggiungerà questo obiettivo solo nel 2100

Il settore delle costruzioni è notevolmente ritardatario nel conformarsi a queste direttive, con indicatori di impatto climatico rimasti pressoché invariati dal 1980 ad oggi. Questo ritardo è correlato alla lentezza nel processo di rinnovamento degli edifici e rispetto alla media europea, l’Italia ristruttura solo la metà dei suoi edifici e presenta consumi di suolo tra i più elevati del continente.

Benefici per le famiglie italiane

Secondo le ultime indagini statistiche, l’adozione di edifici intelligenti potrebbe portare a significativi risparmi per le famiglie italiane. Con un vasto numero di nuclei familiari nel paese, ciò si tradurrebbe in un risparmio considerevole per ogni famiglia. I vantaggi principali si concentrerebbero nei settori idrico ed energetico, riflettendosi direttamente sulle bollette domestiche. Complessivamente, i costi per gli italiani potrebbero ridursi notevolmente.

Sul fronte energetico, il risparmio deriverebbe dall’ottimizzazione dei sistemi di illuminazione, riscaldamento e raffreddamento, nonché dall’utilizzo di elettrodomestici, ascensori e generatori a basso impatto ambientale.

Gli edifici intelligenti sono inoltre dotati di dispositivi per il risparmio idrico, come erogatori d’acqua di rete e elettrodomestici efficienti come lavastoviglie e lavatrici. Oltre ai vantaggi diretti per le famiglie, l’adozione di questa tecnologia potrebbe portare a una crescita economica ulteriore, con la creazione di numerosi nuovi posti di lavoro nell’industria.

Professioni richieste nel settore costruzioni

Le figure professionali più richieste nel settore includono operatori altamente specializzati, professionisti tra idraulici, muratori, elettricisti, falegnami e addetti alla serramenta. In aggiunta a queste figure, sono necessari installatori specializzati in sistemi di domotica, automazione e impianti fotovoltaici. È prevista anche una domanda di tecnici specializzati in manutenzione e cybersecurity.

Le aziende avranno bisogno di ingegneri specializzati in elettronica ed energia, sviluppatori di software e progettisti.

Per soddisfare questa domanda crescente, molte imprese stanno già avviando partnership e programmi di formazione in istituti tecnici e università, compresa la creazione di una Its Academy dedicata agli Smart building (case intelligenti). Queste competenze saranno cruciali nei prossimi anni in cui troverà grosso riscontro nei lavoratori del settore delle costruzioni.

Case intelligenti: verso un futuro sostenibile

Le case intelligenti rappresentano una risposta diretta alla necessità di decarbonizzazione promossa dalla direttiva europea sulle Case Green. Approvata lo scorso marzo, tale accordo stabilisce che entro il 1° gennaio 2030 le nuove costruzioni dovranno raggiungere emissioni zero derivanti dai combustibili fossili. I palazzi pubblici e le strutture non residenziali sono tenuti ad adeguarsi due anni prima, entro il 2028.

Dal gennaio 2025, saranno abolite le agevolazioni per l’acquisto di caldaie autonome a gas, e le caldaie alimentate da combustibili fossili dovranno essere eliminate entro il 2040.

Per migliorare le prestazioni energetiche, gli edifici di nuova costruzione dovranno obbligatoriamente integrare impianti fotovoltaici, con scadenza entro il 2027 anche per i palazzi pubblici. La metà degli interventi previsti dalla direttiva si concentrerà sulla riqualificazione energetica degli edifici, con l’obbligo di ristrutturare più del cinquanta per cento delle costruzioni esistenti.

Per la vendita & locazione del tuo immobile chatta quiprenota una telefonata per essere ricontattato.

Case Intelligenti. VetrinaFacile.it. Scopri tutti i nostri servizi immobiliari

CHI SIAMOSERVIZI

☎️ CHIAMA  🟢 CHATTA  @ SCRIVI

VetrinaFacile.it il Tuo Braccio Destro nella Gestione Immobiliare.

⬇️ LINK UTILI

VALUTA GRATIS

PUBBLICA GRATIS

NOTIZIE DI VENDITA

BLOG IMMOBILIARE

CIRCUITO IMMOBILIARE

GUEST-POST (PROMUOVITI)


Vendi il tuo immobile? Chatta qui o scrivici una e-mail per maggiori informazioni.