AFFITTO NEGOZIO PANTHEON ROMA

Affitto negozio pantheon Roma

Last Updated on 16 Ottobre 2020 by VetrinaFacile.it & Bacheca Immobiliare

Affitto negozio Pantheon Roma

Affitto negozio Pantheon Roma. Proponiamo in locazione negozio di 66 mq C1 con sotto-negozio 35 mq (magazzino). Canna fumaria installata. Classe energetica G (175 kWh/m²a). 

Galleria Fotografica

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mappa Immobile

Roma centro affitto negozio

Riepilogo

  • Zona: Roma Municipio I
  • Tipologia: Affitto Negozio C1
  • Mq 66 (p.t.) + 35 mq (-1 magazzino)
  • Bagni: 1 
  • Possibilità altro bagno: si
  • Canna fumaria installata: si
  • Classe energetica: G (175 kWh/m²a)
  • Libero: si
  • Garanzie: fidejussione bancaria + deposisto cauzionale
  • Affitto mensile: 4.300€
  • Attualmente il negozio è stato ripulito di tutte le stigliature presenti in foto ed è stato ristrutturato.
  • L’annuncio aggiornato con le relative foto le trovate qui.

Referente

Alessandro Simone

392.36.37.775

alessandro.simone@vetrinafacile.it


VetrinaFacile.it 

Valuta Gratis 

Pubblica Gratis

Vai alla Bacheca Immobiliare

Cerca Annuncio

Vai al Blog

Richiedi Consulenza Immobiliare

Scrivici su WhatsApp

Richiedi un Sopralluogo

Inserisci richiesta Immobiliare

Torna alla Home


Curiosità Pantheon Roma

Il Pantheon (in greco antico: Πάνθεον [ἱερόν]Pántheon [hierón], «[tempio] di tutti gli dei»), in latino classico Pantheum, è un edificio della Roma antica situato nel rione Pigna nel centro storico, costruito come tempio dedicato a tutte le divinità passate, presenti e future. Fu fondato nel 27 a.C. dall’arpinate Marco Vipsanio Agrippa, genero di Augusto. Fu fatto ricostruire dall’imperatore Adriano tra il 120 e il 124 d.C., dopo che gli incendi dell’80 e del 110 d.C. avevano danneggiato la costruzione precedente di età augustea.

È composto da una struttura circolare unita a un portico in colonne corinzie (otto frontali e due gruppi di quattro in seconda e terza fila) che sorreggono un frontone. La grande cella circolare, detta rotonda, è cinta da spesse pareti in muratura e da otto grandi piloni su cui è ripartito il peso della caratteristica cupola emisferica in calcestruzzo che ospita al suo apice un’apertura circolare detta oculo, che permette l’illuminazione dell’ambiente interno.

L’altezza dell’edificio calcolata all’oculo è pari al diametro della rotonda, caratteristica che rispecchia i criteri classici di architettura equilibrata e armoniosa. A quasi due millenni dalla sua costruzione, la cupola intradossata del Pantheon è ancora oggi una delle cupole più grandi di tutto il mondo, e nello specifico la più grande costruita in calcestruzzo romano.

All’inizio del VII secolo il Pantheon è stato convertito in basilica cristiana chiamata Santa Maria della Rotonda o Santa Maria ad Martyres, il che gli ha consentito di sopravvivere quasi integro alle spoliazioni inflitte dai papi agli edifici della Roma classica. Gode del rango di basilica minore ed è l’unica basilica di Roma oltre a quelle patriarcali ad avere ancora un capitolo. Gli abitanti di Roma lo chiamavano popolarmente la Rotonna (“la Rotonda”), da cui derivano anche il nome della piazza e della via antistanti.

Proprietà demaniale dello Stato Italiano, dal dicembre 2014 il Ministero per i beni e le attività culturali lo ha gestito tramite il Polo museale del Lazio, e dal dicembre 2019 attraverso la Direzione Musei statali di Roma. Nel 2019 ha fatto registrare 8.955.569 visitatori, risultando il sito museale statale italiano più visitato.

fonte wikipedia