PASTICCIERE: COMPETENZE – FORMAZIONE – A CHI RIVOLGERSI

pasticciere

Il Pasticciere prepara dolci e prodotti di pasticceria, utilizzando materie prime fresche e prodotti dolciari semi-lavorati.

E’ un esperto delle varie tecniche di trasformazione dolciaria e può essere specializzato anche in un unica tipologia di pasticceria. Il pasticciere seleziona gli ingredienti per preparare gli impasti e verifica la quantità delle materie prime (farine, uova, zucchero, lieviti, marmellate, ecc.) prima di procedere alla dosatura e alla miscelazione.

A seconda della ricetta, il Pasticciere applica il procedimento di lavorazione con l’eventuale cottura (in forno, a bagnomaria, frittura, ecc.) oppure con la refrigerazione del composto.  In seguito, può eseguire la preparazione e la decorazione del dolce, secondo l’estro individuale o in base ad eventuali personalizzazioni richieste dal cliente. Nel caso di piccole realtà produttive, il Pasticciere si occupa anche della vendita dei prodotti.

COMPETENZE

Il Pasticciere deve conoscere sia le norme per una corretta utilizzazione, conservazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti alimentari, che le nozioni base dei principi nutrizionali degli elementi. La figura deve essere in grado di programmare le macchine per la cottura, la refrigerazione e di utilizzare utensili manuali per la decorazione o meccanici.

Il Pasticciere sa scegliere accuratamente fornitori per le materie prime, ne riconosce eventuali difetti qualitativi, ed è in grado di organizzare e gestire il magazzino. Possiede inoltre abilità manuali e creative per preparare, decorare e presentare i dolci, rinnovando le proposte e mantenendo la massima qualità.

Conosce e sa applicare le normative igienico sanitarie, quelle relative alla sicurezza degli alimenti ed è  in grado di effettuare la manutenzione ordinaria degli strumenti e dei macchinari. Se lavora anche al banco di vendita, possiede capacità relazionali e predisposizione al contatto con i clienti.

FORMAZIONE

Per esercitare questa professione, è consigliabile, ma non obbligatorio, frequentare un istituto Professionale ad indirizzo alberghiero.

Dopo due anni di corso, si può iniziare a lavorare come apprendisti, anche se in genere le scuole prevedono altri tre anni per rilasciare lo specifico diploma. Quest’attività richiede un aggiornamento costante, i corsi di perfezionamento e specializzazione vengono erogati da scuole di pasticceria presenti su quasi tutto il territorio nazionale.

A CHI RIVOLGERSI

www.fippa.it

www.ampiweb.it

www.aidepi.it

www,dolceitalia.net

www.alma.scuolacucina.it

www.istitutoetoile.it 


TORNA ALLA HOME