CEDOLARE SECCA: CONVIENE ADERIRE?

cedolare secca

Cedolare secca. Come decidere se richiedere o meno la cedolare secca?

Ovviamente analizzando tutti i vantaggi e gli svantaggi che questa comporta. Innanzitutto la cedolare secca permette fin da subito un primo vantaggio economico. Questo poiché non è prevista nessuna imposta durante la registrazione del contratto e poiché è eliminata la marca da bollo del valore di 16 euro sui contratti; altro vantaggio, non economico, è certamente il fatto che permette l’emersione degli affitti regolari.

Questi pro devono essere bilanciati con alcuni contro. Ad esempio con il fatto che non si è più interessati dalle rilevazioni ISTAT periodiche riguardanti gli aumenti. Così come è negata la possibilità di aumentare l’affitto durante l’utilizzo della cedolare secca. In poche parole il proprietario deve vedere se il gioco vale la candela. Anche perché come detto prima, la cedolare non può essere revocata prima della fine del contratto. Un’analisi attenta è dunque doverosa.

Telematica

Rendendo tutto automatizzato attraverso i procedimenti telematici è ad oggi molto semplice farne richiesta, senza code o grandi perdite di tempo e questo è senz’altro un ulteriore pro da inserire nella lista.

Infine, la cedolare secca ha degli effetti anche sul reddito: quanto si percepisce a titolo di locazione è escluso dal reddito complessivo ai fini dell’imposizione IRPEF. Però al tempo stesso, non permette di far valere oneri deducibili e detraibili. Il reddito assoggettato a cedolare deve essere compreso nel normale reddito così da determinare la spettanza o meno di detrazioni, deduzioni o altri tipi di benefici: ad esempio durante il calcolo dell’Isee o nella determinazione del reddito per essere considerati a carico.

A chi conviene la cedolare secca ragionando in base al reddito? Considerando che c’è un’imposta sostitutiva, tendenzialmente vale la pena sceglierla per chi ha un reddito medio alto. In questo caso, infatti, il canone potrebbe essere tassato con scaglioni IRPEF più alti. Ciò nonostante la valutazione è personale. Questo perché se avete molte deduzioni da effettuare, potrebbe valere la pena di imputare nel reddito complessivo l’importo del canone e quindi di rinunciare alla cedolare. Vi conviene, prima di decidere, che discutiate con il vostro commercialista di fiducia.

Conclusioni

Nell’articolo di oggi vi abbiamo svelato tutto ciò che è necessario conoscere riguardo alla cedolare secca. Così da essere il più sicuri possibili quando decidete di affittare casa. Sono stati elencati i vantaggi e gli svantaggi che sono parte fondamentale del processo decisionale.
Così come tutti i vincoli e le libertà che un proprietario di casa o un affittuario possono permettersi. Tutti i dati inseriti sono aggiornati e inerenti l’anno in corso, dunque sono stati soggetti alle varie modifiche effettuate dal governo nel corso degli ultimi anni e mesi. Trattandosi di una scelta molto importante per il vostro portafoglio, comunque, vi conviene ponderarla al meglio acquisendo quante più informazioni possibili.


TORNA ALLA HOME